Gen 312018
 

Recensione New Line Devilman Devil Lady 1/6 Pre-painted coldcast

Produttore:
New Line
Data prod.:
1 ottobre 2002
Materiali:
Resina
Accessori:
basetta circolare plastica, sostegno scultoreo
Altezza:
230
Peso:
n.d.
Manuale:
piccolo foglietto per l'assemblaggio della base
Fornitore:
n.d.
Prezzo orig.:
16,800 yen
Il voto dei visitatori:
VN:F [1.9.22_1171]

LA RECENSIONE

In questa seconda breve recensione andiamo ad esaminare la prima delle due statue di Devilman Lady, proposte da NewLine su design di Yoshiyuki Sadamoto.

Purtroppo l’esemplare in esame, è arrivato danneggiato e poi è stato restaurato dal buon Bax. Per questo, nonostante l’ottimo lavoro, è chiaro che ha perso senso attribuire pregi o difetti su finiture e colorazione.

A parziale giustificazione, va ricordato che parliamo di una statua pre-colorata, risalente ai primi anni 2000 e quindi abbastanza lontana dalla qualità complessiva di prodotti analoghi odierni.

La statica, presenta una figura distesa, in posa quasi sospesa, con a fermare il solo piede destro. I dettagli sono paragonabili alla maggior parte dei prodotti della stessa epoca. Oggi diremmo appena sufficienti.

Lo scultore “Goemon” che firma anche di questa Devil Lady, ha fatto un bel lavoro. Le forme sensuali sono estraente eleganti e la posa tende ad avvolgersi su se stessa in una posa dinamica e statica allo stesso tempo, con la coda che imprigiona la parte finale delle gambe. Diversamente dalla versione due, i capelli sono più compatti ed in teoria meno fragili.

Probabilmente alla figura sarebbe stato bello poter aggiungere un paio d’ali in estensione, ma i limiti tecnici di allora hanno contribuito.

Scatola e basetta, si son dimostrati un po’ sotto tono. Troppo piccolo, il basamento è posto sopra ad un supporto plastico di colore blu, abbastanza delirante. Da questo punto di vista  la versione due, grazie alla basetta di legno, è assolutamente superiore.

La scatola ed il polistirolo, non hanno dimostrato una gran capacità di protezione, non ancorando fermamente i vari elementi. Il cartonato è abbastanza fragile e tende ad usurarsi facilmente. Il polistirolo ha sagomature non del tutto personalizzate ed i singoli elementi sono liberi di muoversi andando a sbattere contro le pareti delle proprie sedi, frantumandosi, complice il polistone tutt’altro che resistente.

Come e più che per la versione due, anche questa statua è relativamente rara, specialmente se cercata in perfette condizioni.

I materiali fragili e la forma particolarmente  gracile le hanno reso la sopravvivenza difficile ed i pochi esemplari che escono sui mercatini, sono prezzati abbastanza al di là del vero valore. Se, tuttavia, si riesce a portarne in vetrina una, sicuramente è difficile rimpiangere i soldi spesi.

 

LA NOSTRA PAGELLA
: ★★★☆☆
: ☆☆☆☆☆
: ★★★★☆
: ☆☆☆☆☆

: ★★☆☆☆

Media: ★★☆☆☆
PRO
  • connotazione molto personale
  • design e posa riusciti
  • molto elegante
CONTRO
  • particolari poco dettagliati
  • rara e mediamente costosa
  • in 15 anni si sono fatti progressi
  • da controllare bene prima dell’acquisto. E’ molto fragile.

 

Galleria Fotografica