Mar 212017
 

Recensione Kotobukiya Bishoujo Tali'Zorah

Produttore:
Data prod.:
25 gennaio 2016
Materiali:
PVC
Accessori:
Basetta espositiva con due fondali intercambiabili
Altezza:
9'' circa (scala 1/7)
Peso:
n.a.
Manuale:
n.a.
Fornitore:
ZonaHobby.com
Prezzo orig.:
8424 yen
Il voto dei visitatori:
VN:F [1.9.22_1171]

 

LA RECENSIONE

La serie prodotta da Kotobukya è probabilmente fra le migliori, come rapporto prezzo e qualità, fra quelle dedicate alle statiche pre-paintend, in particolare se si cercano rappresentazioni femminili, dotate di una certa personalità. Questo perché la serie Bishoujo ha veramente una varietà di rappresentazioni e licenze, sia perché è basata su interpretazioni del design a cura di un certo Shunya Yamashita.

Ovviamente questo esclude in primis che il prodotto possa piacere ai puristi del character design originale, ma va detto che molti dei personaggi rappresenta, specialmente quelli tratte dai Comics, non godono di reference statiche per cui, spesso, anche in origine, hanno aspetto e volti molto diversi fra loro, proprio dipendentemente dall’artista che ne tratta i lineamenti.

Dopo questa lunga premessa, andiamo ad analizzare nel dettaglio la figure protagonista di questa recensione: Tali’Zorah del video gioco Mass Effect (3).

La statuetta, viene presentata nella solita scatola, dai colori di richiamo ed abbastanza compatta. kotobukiya-talizorah-3 La presentazione prevede una vetrinetta sul frontale, che permette di vedere bene il prodotto dal vivo e sul retro, la graphic art di Shunya. Nessuna novità, ma caratteristiche e qualità adeguate al prodotto.

Una volta rimossa dal blister trasparente che la protegge, vediamo che la base è già montata e fermata con una vite, non ci sono accessori, ma due dischetti che servono per cambiare il fondo della base trasparente.
Quest’ultima è forse l’aspetto meno appagante. Altre uscite ne hanno di più elaborate e piacevoli. Un vero peccato non aver dedicato un pizzico di attenzione in più a questo particolare.

La statuetta è compatta, la posa scelta, di tipo tattico, serve a valorizzare la sinuosità della figura, che va ricordato rappresentare un aliena antropomorfa, sempre protetta da una tuta e casco, fasciante ben riprodotta. kotobukiya-talizorah-10 La stessa posa, inutile negarlo, valorizza anche il lato B, per cui questa serie è assai apprezzata.
La stessa posa, enfatizza il lato alieno del personaggio, permettendo una postura degli arti inferiori, molto personale.

Se la posa è riuscita e convincente, altrettanto possiamo dirlo delle finiture, che per un prodotto di serie, sono davvero notevoli.

Fermo restando che i compromessi sono ovviamente presenti, l’unico appunto da sollevare è sulla visibilissima giunzione del cappuccio. Per altro, questo particolare, difficilmente eliminabile senza attente stuccature o una progettazione degli accoppiamenti, difficilmente industrializzabile, è ben complessato dai minuziosi particolari della tuta e del cappuccio stesso. Tutti le vesti, per la verità sono notevolmente particolareggiati e riprodotti. Non solo sono ben scolpite le pieghe, ma la scultura riesce anche a restituire bene la differenza composizione, consistenza e texture dei tessuti. .

Qualche incertezza la incontriamo sui particolari degli accessori,soprattutto sulle fibbie e parti argentate, ma si tratta di particolari che si evidenziano solo in fotografia ed ad un occhio particolarmente acuto, data la dimensione del particolare. kotobukiya-talizorah-16 Per il resto, siamo davvero sopra alla media del livello della serie, quindi molto, molto alto, per un prodotto di questa fascia di prezzo e produzione.

La scelta di rendere meno trasparente il casco, rispetto al prototipo, rispecchia la caratterizzazione originale di Tali’Zorah, sempre nascosta alla vista (tranne un inciampo dei game designers, molto discusso) e quindi contribuisce al mistero che avvolge la fisionomia aliena e misteriosa, complice dal fascino che il personaggio trasmette in modo naturale.

Un pezzo, quindi, consigliabile. Anche a chi, come me, non ha mai giocato al video game, ma cerca sempre qualche figura dal design particolare e personale; ben realizzata, compatta, quindi facile anche da esporre, l’unico rischio è che resti isolata, dato che altri personaggi della serie Mass Effect, non sono facilmente reperibili.

LA NOSTRA PAGELLA
: ★★★☆☆
: ★★★★☆
: ★★★★½
: ★★★★☆

: ★★★☆☆

Media: ★★★½☆
PRO
  • la scultura è ben realizzata
  • design affascinante
  • dettagli e cura della pittura
CONTRO
  • la basetta è troppo semplice
  • alcuni accoppiamenti molto visibili

 

Galleria Fotografica